Sulla questione “Location del Veglione” interviene il Prof. Vincenzo Perrini

Forse ti piacerebbe leggere...

16 Commenti

  1. Antonio ha detto:

    Sono d’accordo con il Prof.Perrini,è da più di vent’anni che si parla della ristrutturazione del teatro le fontanelle,da parte di tutte le amministrazioni che si sono succedute!!Non sarebbe l’ora di finirla con le promesse (elettorali,non ultima quella che ho letto nei giorni scorsi dei fondi stanziati!!) e cercare di farle diventare realtà????

  2. scarafaggio ypsigrota ha detto:

    Condivido ogni singola parola. Boicottiamo il veglione se si dovesse svolgere nella palestra.

  3. Alterego ha detto:

    Le parole del prof Perrini sono una grande lezione di etica e di stile.Sono dette da un uomo di sport che, pur amando il veglione – perché egli stesso storia del veglione e della maschera castelbuonese come tutto lo storico gruppo 2001- riconosce che ogni cosa ha un suo contesto,una sua ragion d’essere e pretende decenza! E, a questo punto della storia, non passi l’amministrazione per la vittima di un complotto: aveva tutto il tempo…come lo hanno avuto le altre amministrazioni che costituivano comitati di tutto rispetto che si riunivano incessantemente tutte le sere da dopo natale…a servizio di tutti e nonostante l’assodata assenza di un luogo idoneo! Non si fa così: non si risolvono le cose senza programmazione, senza sforzi e sacrifici, senza impegno e dedizione, senza amore. Solo spot elettorali con promesse di 15.000€ ai gruppi dei carri e tendoni per gli spettacoli? Non siamo un “popolo bue”. Basta. Più chiaro di così …

  4. controcorrente ha detto:

    Sono pienamente d’accordo, per quest’anno facciamolo in piazza, animiamola come noi castelbuonesi per carnevale sappiamo fare, senza carri ma con l’allegria e l’ironia insita in noi.

  5. enry foster ha detto:

    giusto accorgimento del prof.Perrini

  6. Krustygirl ha detto:

    Mi auguro che venga esclusa la possibilita’ di utilizzare la palestra del Liceo. Sarebbe una decisione da caproni ignoranti.

  7. Antonio2 ha detto:

    Siamo al 4 febbraio ed è inutile ripetere e accusare su cosa non si è fatto prima. Se vogliamo il veglione e la palestra e off limits, che si faccia in piazza (tempo permettendo) o altrimenti niente. Stiamo sopravvivendo ad un’anno di salassi fiscali, figuriamoci se non riusciremo a sopravvivere ad un anno senza veglione di carnevale.

  8. aldo1 ha detto:

    Come non condivedere in pieno le parole encomiabili dello storico prof.Perrini; come suo allievo alle superiori caro Professore sono solidale con lei e capisco profondamente il suo stato d’animo poichè ben ricordo la professionalità con la quale svolgeva il suo lavoro e di come prima di entrare in palestra pretendeva (giustamente) che si osservassero delle regole fondamentali per evitare di danneggiare la struttura,fa bene a fare questa battaglia e credo,peccando un pò di presunzione, che la quasi totalità del Popolo Castelbuonese la pensi esattamente come lei. BOICOTTIAMO tutti insieme il veglione per un interesse altrettando nobile di cui ci si riempie spesso troppo la bocca e che è lo SPORT, il quale merita rispetto e una, se mi è consentito, tutela cautelativa. Per quanto riguarda il modo di affrontare la questione da parte del sindaco che dire sono semplicemente indignato e costernato per la sua completta e totale irriverenza, nei confronti dell’stituzione scolastica impersonificata nel corpo DOCENTE che ha dato parere negativo sull’utilizzo della palestra, di cui non solo il prof Perrini ma tutti noi dobbiamo esserne i tutori. Lei sindaco sta prendendo un grosso abbaglio se pensa che il Popolo Castelbuonese rimarrà inerte se nel proseguio del suo operato continuerà a giocare con le gambe degli altri per salvarsi la faccia in exetrimis. Vede questa vicenda per citarne una tra le tante, ma ce ne sarebbero altre altrettanto emblamatiche e sulle quali l’amministrazione o naviga a vista o è fuori strada completamente, dovrebbe farla seriamente riflettere sull’opportunità di gettare la spugna e sebbene la scuola politica dalla quale lei proviene (per carità le colpe degli antenati politici non devono mai ricadere sui discepoli purchè però i discepoli prendano le distanze dalle gesta dei propri padrini politici) abbia sempre agito senza mai valutare le conseguenze delle proprie azioni con senso di irresponsabilità e disprezzo delle regole, chi le ha dato fiducia a Maggio scorso (di certo lo scrivente NO) evidentemente pensava che lei avesse un indole diversa provando ora solo collera. Ebbene mi sovvengono in mente le requisitorie d’aula dell’allora consigliere Mazzola che chiudeva i suoi interventi con i seguenti aggettivi ” aprossimativa, superficiale ecc..) rivolti ovviamente nei confronti dell’allora amministrazione che in confronto a questa, col senno di poi, sfigurerebbe.
    E MI SOVVIEN L’ETERNO, E LE MORTE STAGIONI, E LA PRESENTE E VIVA, e IL SUON DI LEI ANZI DI LUI M…O

  9. indignata ha detto:

    io non riesco a capire perchè per l’amministrazione comunale per forza il veglione si deve svolgere nella palestra del liceo!!!non ci sforziamo neppure,vero caro sindaco a cercare altri posti???l’anno scorso il sindaco uscente mario cicero ha cercato in tutti i modi di farsi dare il capannone di piano fondaco.quindi per evitare che la palestra si rovini,voglio suggerirle alcuni posti.uno dei saloni delle suore in piazza castello.il salone dell’asilo nido.un salone dei frati cappuccini.o in extremis,la chiesa sconsacrata alla fine di via sant’anna dove molte volte viene adoperata come esposizione di dipinti o vendita di giubotti.era cosi difficile?????e che cavolo!

    • alienato ha detto:

      addirittura nella chiesetta di via sant’anna…probabilmente non ci entrerebbero neppure i componenti delle maschere!!!!…MA HAI IDEA DI QUANTE PERSONE VANNO AD UN VEGLIONE?…sai quanti mq servono?..considera che la gente ha anche voglia di stare seduta!

      • indignata ha detto:

        l’ho buttata li tanto per far presente che se ci si impegna,di sale disponibili ce ne sono.ma anche la sala di panarello o quella della “pirelli”.tanto quando servono a qualcuno di importante,non hanno importanza i requisiti e le autorizzazioni!!

    • scarafaggio ypsigrota ha detto:

      Facile non è. La sede di un veglione, oltre ad essere abbastanza capiente, deve avere tutti i requisiti e le autorizzazioni previsti dalle norme e mi pare che nessuna di quelle elencate li abbia.

  10. Uocchiu di Pirnici ha detto:

    Quanti commenti!! Come si possono apprezzare gli sforzi del Sindaco DOTT. TUMMINELLO per cercare una soluzione al problema ,SFORZI tutto sommato di una settimana. E’ proprio vero i giovani di oggi non siamo quelli del SESSANTOTTO .
    UOCCHIU DI PIRNICI CA VIDI, ORA DICI ;dimostriamo quanto valiamo PICCIOTTI , aiutiamo il Sindaco DOTT. TUMMINELLO (Srivimulu ranni cà sunnò si offenni) a risolvere questo increscioso problema OCCUPIAMO LA PALESTRA.

  11. Leta Anna Maria ha detto:

    sarebbe opportuno cominciare a “mettere in cantiere” il prossimo veglione per non essere costretti a “rivivere”, purtroppo, le “delusioni”. La vocazione “teatrale” di Castelbuono merita sicuramente una “maggiore attenzione”.

  12. sceso in campo ha detto:

    prof. perrini forse si è dimenticato che sono anni e anni che i palasport che solitamente ospitano competizioni sportive sono adibite anche ad altre iniziative (concerti, etc etc) e questo avviene in tutte le parti del mondo senza nessuna polemica. non capisco il motivo per cui anche la palestra di castelbuono non possa essere sfruttata anche per il veglione, basta posizionare dei tappeti nel parquet e non si rovina niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.