Leggera scossa di terremoto a Castelbuono ML 2.1

1 Commento

  1. nicolò piro ha detto:

    Sindaco Cicero: svegliati o dimettiti.
    , Cittá e Territorio cosa significa ancora il vs. babbio?
    Castelbuonolive: prendi in mano l’ inizia.

    Ancora una volta devo ricordare che, considerata l’ esistenza di muri comuni fatiscenti a separazione delle singole unità immobiliari (tipologia urbanistica del tipo “chiuso”; tipologia edilizia: casa urbana “schiera”), il Sindaco è tenuto a non concedere più peremssi edilizi per lavori di ristrutturazione, sopraelevazioni, etc. Lavori di sostituzioni di edifici esistenti “devono” prevedere muri portanti esterni ricadenti (cioè all’ interno) sulla superficie del lotto dell’ immobile da ricostruire.

    Una sicura e duratura ricostruzione, rispettosa dei risparmi del committente e a garanzia della propria e pubblica incolumità, può consistere nel ricorso ad una gabbia in c.c.a. (piastra di fondazione, muri portanti esterni e di controvento interno, solette in termedie, etc.) e orditura in legno del tetto i cui calcoli strutturali, redatti da un ingegnere strutturista ed ev. verificati da un ingegnere-verificatore, devono far parte integrante degli elaborati di progetto finalizzati al rilascio del permesso a costruire.

    Per gli spessori dei muri portanti (interni ed esterni, si raccomanda uno spessore unico di 25 cm. Per le solette piene si raccomandono spessori non inferiori a 18 cm. Per i muri portanti di confine e le superici di questi a contatto con i muri del vicino si raccomanda l’ impiego di casseformi a perdere in pannelli di legno truciolare “Eraclit”. Per le superfici interne dei muri in c.c.a. o si riccore a intonaco in malta di gesso (elevata grado di igroscopicità ed esclusione di formazione di muffe) dello spessore di 15 mm. o a pannelli di cartongesso.

    Per i muri portanti esternidi propspetto e retroprospetto si può ricorrere ad un paramento di tavelle forate Poroton con gli alveoli dotati di lana di roccia. Già uno spessore di 8 cm. delle tavelle è in grado di garantire un’ ottima coibentazione termica. Sul paramento, ancorato in maniera molto semplice alla superficie del muro in c.c.a. viene stesso un intonaco dello spessore tradizionale compreso tra 2 e 2.5 cm. che finito viene trattato con una vernice idrorepellente.

    A disposizione di commitenti e colleghi il mio Studio mette a disposizione un’ articolata consulenza tecnica e dettagli costruttivi.

    Seri corsi di formazione per capi-maestri muratori e betonatori, semplici muratori e manovali e di aggiornamento professionale potrebbero rientrare nel contesto di una istituenda “Accademia delle professioni, arti e mestieri” strutturata su precisi , operante alla scala comprensoriale.

    PiroUrbatectureStudio | Dipl.- Architekt Nicolò Piro | Ahornstr. 27 | D – 48485 Neuenkirchen |

    Telefono fisso: +49 (0) 5973 90 28 63 | Telefono mobile: +49 (0) 151 – 743 05 296 |

    Web: nicolo.piro@web.de | nicolo.piro@hotmail.com
    Internet: http://www.facebook.com/nicolo.piro.31

    Concittadini, Madoniti e Corregionali, prendiamo in mano il destino della nostra terra di Sicilia all’ insegna di cultura, lavoro e alto senso di responsabilità.

    Credetemi: è possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.