Uno sparuto numero di soci elegge i vertici del Consorzio Turistico. Alla guida dell’Ente non c’è Antonio Mangia, re Mida del turismo, ma sarebbe indicato un rappresentante di patatine

11 Commenti

  1. Ultimo ha detto:

    Ma se si vive di favori e clientelismo cosa si può pretendere., da un manipolo di nulla facenti bravi a blaterare e fare favori, e clientelismo? Vendiamo patatine a dorso d asino. Senza avere pretese ma vivendo sotto il tono delle minacce di questi arroganti, l ignoranza fa l arroganza. Io proporrei di mandarli tutti a casa ripeto a casaaaaaaaaa…..

  2. anda ha detto:

    (Distretto turistico)ERa tutto previsto? Ancora una volta buona parte di quelli che hanno fatto solo chiacchiere nel territorio , sono stati bravi a fari appattari i cunti!!!!!

  3. Mario Cicero ha detto:

    Ho conosciuto personalità, di una dirittura morale ed etica di cui si poteva solo essere invidiosi, uomini e donne, che nella loro vita hanno reso grande i territori e le comunità dove hanno vissuto. Conoscendo la loro storia scoprivi che avevano origini contadine, artigiani, commercianti, operai. Ma tutto ciò non gli ha impedito di dare un fondamentale contributo alla crescita sociale, culturale ed economica delle comunità dove hanno operato.
    Facendo l’ agente di commercio ho permesso alla mia famiglia di vivere decorosamente, ai miei figli sto cercando di costruire un futuro, nella società sono stato sempre accettato per quello che sono, mio Padre e mia Madre sono orgogliosi di quello che ho fatto, infatti, quando li ho coinvolti per darmi delle garanzie bancarie, sono riuscito a restituire le somme ed ha rimanere integra la proprieta, inoltre avendo come passione la politica mi sono sempre sottoposto al giudizio degl’ elettori, avendo discreti risultati, dieci anni Sindaco di Castelbuono sono la più grande soddisfazione.
    Questa piccola premessa era d’obblico per fare una riflessione a voce alta, perche’ queste,polemiche, questa caduta di stile, questo nervosismo e volontà di sfasciare tutto, a Caccamo ci siamo confrontati anche in modo aspro, ( io non sono intervenuto), si e’ votato diverse volte, le proposte avanzate da i cinque che ritenevano di invalidare la seduta sono state votate tutte e bocciate , ricevendo di volta in volta due tre voti favorevoli, neanche i cinque erano d’accordo tra loro. Domani si insedierà il nuovo cda che terra conto di tutti i rilievi e le polemiche, ma non si fermerà, inizierà la propria attività consapevoli che il nostro tempo lo gestiamo noi, senza farci intimorire, decideremo noi quando “finirà il nostro tempo”, ad alcuni auguriamo di iniziare il loro. Concludo questa mia riflessione,raccontando un episodio che penso più di tutto renda l’idea di quello che sta succedendo nel territorio, molti di noi conosciamo il Sindaco di Blufi, persona mite, sempre disponibile al confronto,Uomo di pace, Venerdì si ( incazzato) a detto basta a tutte queste polemiche, a chiesto rispetto per chi ancora con serenità ed equilibrio vuole impegnarsi per il territorio ,basterebbe solo quest’immaggine per renderci conto di cosa stiamo parlando. Questo intervento lo faccio oggi, domani se confermate le previsioni divento Presidente, si inizia a lavorare, tutti coloro che vivono in questo settore sia pubblico che privato saranno interlocutori io saro’ a servizio, non faro’ discriminazione, o ripicche non mi appartiene per cultura, sarà la storia a giudicare, e io mi affido a lei.

    Buon lavoro a Tutti.

    Mario Cicero

  4. Partita IVA ha detto:

    Tintu cu un havi a nuddu

  5. qualunquemente ha detto:

    come sempre se Castelbuono ottiene qualcosa, Cefalù rode!!!

  6. Elettore castelbuonese ha detto:

    Nella vita di ognuno di noi è sempre bello prendere atteggiamento e metodi di persone capaci,
    Persone che hanno sicuramente con il proprio lavoro fatto crescere la comunità.
    Ma bisogna stare tanto lontano da quelle persone che nel percorso della propria vita hanno solamente fatto terra bruciata ,rovinando e facendo fallire diverse attività.

  7. Vincenzo ha detto:

    Venerdì 17 alle ore 17 non poteva che succedere una sciagura. Sciagurato il nostro territorio. Sciagurati gli attori. Ma più sciagurati gli spettatori che invece di continuare ad assistere passivi allo scempio operato da “soliti noti”, continuano a battere le mani.

  8. e il meglio deve ancora venire ha detto:

    spariti gli altri, rimangono gli sparuti ed altri in penombra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.