Verso un nuovo museo virtuale castelbuonese

Forse ti piacerebbe leggere...

30 Commenti

  1. Giumbolo ha detto:

    Ma se è vero che il vecchio CDA del Centropolis ha fatto, senza soldi e in pochi mesi, tutto quello che è scritto qui, per quale motivo non riconfermarli?
    Oltretutto non si è nemmeno pensato di nominare un nuovo CDA.

  2. kant ha detto:

    Ma come perchè?
    Per lo stesso motivo per cui è stato rimosso il cda del Museo Civico.
    Da alcune parti si chiama Spoil System, da altre Manuale Cencelli, qui a Castelbuono si chiama SAGRADA FAMILIA!

    • gaudì ha detto:

      Ah! che peccato la rimozione del vecchio CDA dell’MCC e la non riconferma del MUVI!
      Io capisco che Kant, Can’t be happy.
      Ma, immenso Kant, chi happy, happy (cassatedde ‘i Pasqua, come dice lei).
      Ora i fiumi sono diventati fiumare, sebbene qualche volta d’arte.
      Ma lei faccia pure, non Presti attenzione alle mie parole.

      • kant ha detto:

        Immenso gaudì, che un componente della vecchia New Family sia passato a Fiumara d’Arte è cosa cognita.
        Ma non mi risulta che Fiumara d’Arte sia gestita con i soldi dei contribuenti castelbuonesi. O mi sbaglio?
        Inoltre, eccellentissimo gaudì, non vorrà mica negare che si stia costituendo una NUOVA family, ribattezzata (non da me ma dalle persone che frequentano a’ chiazza nnintra)SAGRADA FAMILIA?

        • gaudì ha detto:

          Non voglio negare un assolutamente niente in ordine alla New-new family. Si sapeva. E non si sbaglia sul fatto che fra i finanziatori della F.d’A. non c’è il Comune di Castelbuono. Ma se non le arreca troppo fastidio si potrebbe aprire un dibattito a 360° a proposito di quando la svolazzante esponente della Old New Family era al soldo del Comune di Castelbuono. E qui se la svolazzante piange Kant can’t laugh

          • kant ha detto:

            Se lei ha prove che, quando la “svolazzante esponente” era al soldo del Comune abbia arrecato danno al paese o al Museo Civico, la invito a scrivere e, anzi, a denunciare.
            Dopodichè, giacchè si trova “scrivendo”, se lei ha prove che l’unico CDA attualmente formato (Museo Civico) stia lavorando, la invito a mostrarcele, le prove. Così, almeno, ci rendiamo utili alla collettività.

          • Mario.G ha detto:

            la svolazzante esponente ha fatto perdere un pò di voti…ovviamente è un giudizio sintetico a posteriori!

          • militante castelbuonese ha detto:

            Almeno quando c’era “la svolazzante esponente della Old New Family” e gli altri membri del vecchio CdA al museo civico si faceva cultura. Ma capisco che il concetto di cultura è troppo difficile da capire per il sindaco, il nuovo direttore e la Sagrada Familia.

          • Mario.G ha detto:

            e se lo dice lei…giudizio sintetico a priori

          • militante castelbuonese ha detto:

            Mi spiace caro Mario punto G (ops, forse sono stato troppo “grillescamente” maschilista, chiedo scusa), ma non ne capisco granché di filosofia. Sono sicuro che Lei saprà perdonarmi per questo. Comunque, amico mio, spero quanto prima di poter assistere ad un’iniziativa culturale a Castelbuono, non a un mero spettacolo. Forse a una rappresentazione di “Teatri di Pietra”; oppure al saggio conclusivo di una masterclass organizzata dalla “Accademia Stupor Mundi”, o magari a una mostra allestita dal Centro Polis presso Casa Speciale. Ah, dimenticavo, a Castelbuono non si fa cultura. Beh, dovremo accontentarci di qualche spettacolo.

          • gaudì ha detto:

            Sublime filosofo della ragion pratica, l’oggetto è qui stabilire se la svolazzante abbia arrecato danni a qualcuno? Non mi pare. La svolazzante, e chi suona la sua grancassa, ha pensato per lungo tempo che al castello potesse rimanere in eterno. Come la Madre Sant’Anna. Evidentemente si sbagliava. C’è una democrazia dell’alternanza anche nei CDA che non può essere invocata solo quando non si è al potere. Affermare questo, però, non significa, almeno per me, prendere le difese dell’attuale CDA. Se non lavorerà bene è giusto che i suoi componenti vengano sollevati dall’incarico. Lei, persona informata dei fatti, certamente saprà che il CDA del museo Minà Palumbo è stato inoperoso, o meglio dormiente, per un tempo infinito. Lei, che notoriamente si rende utilissimo alla collettività, ha denunciato questo lassismo? O non le è noto? O, più semplicemente, per una serie di delicati equilibri interni, dati in personaggi in gioco, non può parlare?

          • Kant ha detto:

            Equilibri interni? Beh si, in effetti devo stare attento ai miei delicati equilibri interni, visto che ho il colesterolo alto. Ma al di la dei miei intimi problemi di salute, devo dirle che io giudico ciò che è stato fatto dal vecchio CDA (e cioè moltissimo, visto che il Museo Civico e’ una delle pochissime istituzioni siciliane in ATTIVO, pur avendo fatto decine di manifestazioni) e lo confronto con quello che sta facendo il nuovo CDA, e cioè un beneamato NULLA! È la cosa salterà ancora più agli occhi di tutti quando la smetteranno di campare sulla programmazione del vecchio CDA e dovranno decidere cosa fare nel 2013. È questo succederà molto ma molto presto. Io aspetto.

          • Giovanni ha detto:

            sarebbe interessante andare a vedere quante cose in 3/4 mesi fecero gli ex…Kant lo saprà, certum est!

          • gaudì ha detto:

            E io aspetto che lei parli dell’iperattività del vecchio CDA del Museo Minà Palumbo, sempre che il suo colesterolo glielo consenta.

          • Kant ha detto:

            L’attività del vecchio CDA potete leggerla nella corposa relazione di fine mandato. Leggete, leggete. Hai visto mai che imparate qualcosa.
            Anzi, magari diffondetela.
            Riguardo al mio colesterolo, gaudi, mi permette eccome di parlare. Anche perché è semplice parlare di cose FATTE (cioè quelle del vecchio CDA ).
            Parlare della situazione attuale, invece, capisco che le viene difficile………

          • gaudì ha detto:

            Illustre Kant (ma sarebbe più aderente se si facesse chiamare Buttiglione), la sua consolidata tendenza a rispondere non già su ciò che asserisce l’interlocutore ma a domande che lei stesso articola a suo uso e consumo, mette in risalto come la sua sfrontatezza eguagli la vacuità delle sue argomentazioni. Come dire: “la materia poteva non esserci” (Pietro Consagra, uno degli artisti della Fiumara d’Arte).

          • Kant ha detto:

            Visto che siamo passati alle offese (nel senso che accostarmi a Buttiglione, per me, e’ un’offesa), allora posso dirle che lei più che gaudi’ mi sembra più omogeneo a Piero Manzoni, dato il contenuto della sua opera più importante. È lei sa di cosa parlo.
            E, peraltro, e’ lo stesso contenuto di cui sono fatti i programmi di governo dei suoi sodali.

          • Alterego ha detto:

            Ma kant…lei sopravvaluta la litigiosa Gaudìente! Mi ascolti … lasci andare. Lasci ogni speranza…quello è l’inferno con tutti i suoi dannati. Ci dica cosa pensa dell’epurazione tumminelliana anche sul centro POLIS…Il mayor al solo nome avrebbe dovuto inchinarsi. E farne il vessillo della propria POLITICA.

          • gaudì ha detto:

            Sì, so di cosa parla e so anche che nessuno meglio di lei può parlare di quell’argomento.
            Alterego, lei potrebbe imparare a scrivere in italiano, prima di cimentarsi coi classici e col latino: “rustica progeniae” neanche Aldo Biscardi.
            Poi, perché invita il Kant della Puglia (non fraintenda, intendo Buttiglione) a parlare “dell’epurazione tumminelliana anche sul centro POLIS”. E’ per caso persona informata dei fatii? parte lesa?

  3. bartolo ha detto:

    non sarebbe più dignitoso discutere sui contenuti della lettera invece che battere sempre sulle solite MINCHIATE? si finisce sempre per riprendere gli stessi discorsi scordando di essere intervenuti su altro..

    • Giumbolo ha detto:

      Parole sante, bartolo!
      Non pensavo di scatenare tutto questo psicodramma.
      Ma sto ancora aspettando che qualcuno mi dica cosa pensa di quello che ho scritto senza farci polemiche inutili di sopra!

    • scarafaggio ypsigrota ha detto:

      Ben detto Bartolo. A proposito della lettera, che pone molti elementi di riflessione, non dimentichiamo che c’è un museo naturalistico tra i più specialistici d’Europa (il F.M.Palumbo) che da sei mesi è senza guida. E poi, che fine ha fatto il Centro Studi Marco e Rosa Speciale istituito per volontà testamentaria già dal precedente Consiglio Comunale? Insomma nella cultura l’immobilismo impera.

      • Giovanni ha detto:

        Il Museo Naturalistico è fermo perchè nè l’Assessorato regionale competente nè il Parco delle Madonie hanno fatto le loro nomine. Prima di parlare sarebbe opportuno informarsi…

      • Giovanni ha detto:

        poco informato, a Casa Speciale ci sono i ragazzi della protezione civile che aprono ogni mattina, che fanno dopo scuola ai bambini e altro ancora…Una volta che non si vanno a sedere sempre gli stessi ma, si apre un bene alla comunità, si fa polemica…L’informazione prima di tutto e poi, dopo, caso mai scrivere.

        • scarafaggio ypsigrota ha detto:

          Egregio Giovanni dici bene. Ha fatto bene il sindaco ad affidare la casa speciale ai ragazzi del servizio civile (e non, credo, protezione), almeno la casa è aperta tutti i giorni. Ma per farci cosa? Il doposcuola? Io parlavo di ben altro. Chiedevo del CENTRO STUDI voluto ed istituito dal Consiglio Comunale. Una struttura culturale innovativa al servizio principalmente dei giovani. Lei che è informato, mi sa dire cosa ha fatto l’Amministrazione per avviarne l’attività?

    • scarafaggio ypsigrota ha detto:

      Non potendo dire nulla sui nuovi dirigenti non si fa altro che (s)parlare degli ex. Ai signori Gaudì e Giovanni vorrei ricordare quello che i nuovi insediati hanno il dovere di fare SUBITO: il programma di gestione. Cioè un progetto culturale e finanziario per i prossimi cinque anni da presentare alla cittadinanza. Voi che siete informati, ne avete sentito parlare? I vecchi (dato che li tirate sempre in ballo) lo hanno fatto. Quando sapremo cosa intendono fare i nuovi? Dopo che è già passato una buona parte del loro mandato? E’ su questo che vanno giudicati prima di tutto: sui programmi. E poi, se si condividono, sulla loro realizzazione. I primi passi non si possono giudicare se non si conoscono gli obiettivi e le mete da raggiungere.

  4. Alterego ha detto:

    Eh miei cari non c’é niente da fare o da dire…rustica progeniae…
    tra i parenti dei parenti, più o meno assoldati, sempre a dare contro ai loro fantasmi! Invidia leggo, non filantropia. 
    …Ai tanti offesi da tali manovre disonorevoli e da tanta invidiosa maldicenza dico prendendo in prestito le sagge parole dei classici: “la plebe è di stravaganze avida” “vogliosa e timorosa delle novità” “ciarliera e maligna” “non bisogna gioire del suo favore nè dolersi del suo disprezzo”.
    A tutti voi che avete donato il vostro prezioso tempo per gli altri, a cui non le istituzioni nè i parvenu hanno saputo dire un doveroso grazie. A tutti loro solo auguri di ogni bene!
    Perché Castelbuono è anche questa.

  5. cittadino a 4 stelle ha detto:

    mi affido alle parole di Bartolo

    dato che la si butta in polemica è giusto fornire contenuti e riferimenti ai polemizzanti.

    il “vecchio” o precedente CDA ha avuto ben 2 direttori uno proveniente dal Passato e uno nominato a fine 2008 o inizi 2009.
    il precendente CdA ha dovuto affrontare anche ben 2 anni di cantiere, attività straordinarie e ordinarie.

    il cda del museo minà palumbo sarà stato meno attivo, certo, vuoi per le personalità, vuoi per il tipo di museo ma ricordo che sul finire di mandato hanno pubblicato l’iconografia della storia naturale delle Madonie (http://www.amazon.it/Iconografia-della-storia-naturale-Madonie/dp/887681163X)
    che proprio un dolce far nulla non è.

    sul chi ha fatto più o meglio tra il precedente e l’attuale lo vedrà il Paese alla fine, al di là delle polemiche.
    Intanto i precedenti hanno fatto e dimostrato di saper fare. Gli attuali, ancora all’inizio, lo vedremo. Diamogli tempo

    per tornare a Bartolo ed al suo invito che condivido.
    il punto è sempre quello. La compagine tumminelliana vince le elezione e a 6 mesi non ha ancora completato il rinnovo delle cariche.
    Dispiace dover leggere in questo articolo come il Sindaco neo-eletto non ha sentito il bisogno di avere ragguagli sulle attività in essere e sui progetti in cantiere né tantomeno di ringraziare chi i è speso “a gratis” per il paese.
    Dispiace ancora che a distanza di sette mesi “nessun esponente della Sua Amministrazione (né il direttore facente funzione delle istituzioni comunali da Lei nominato), ha formalmente convocato gli ex dirigenti del Centro Polis per il dovuto passaggio di consegne nella gestione delle attività in corso o di quelle avviate e programmate”
    Questo in barba a quel rispetto delle formalità tanto osannato e predicato e, aggiungo, agli obblighi di legge.
    L’amministrazione deve svegliarsi dal torpore che l’attanaglia non per se ma per il PAESE.
    Svestirsi di Burberry (non me ne vogliate) e indossare l’abito delle buone intenzioni e del lavoro.

  6. Giumbolo ha detto:

    Una sintesi perfetta!
    Grazie “cittadino a 4 stelle”.

  7. mokkhi ha detto:

    Ma perchè la compagine tumminelliana non ha completato il rinnovo delle cariche della biblioteca e del museo naturalistico? forse non ritiene importante questi due enti? o forse sta riflettendo in maniera approfondita su chi dovrà ricoprire un simil ruolo? ce lo facciano sapere. Fatto sta che quelli di prima qualche cosa l’hanno fatta, ma se quelli di ora, nemmeno vengono nominati ,cosa dovremmo giudicare se non un perenne immobilismo? Sveglia!!
    Megghiu u’ tintu canusciutu cu’ bonu a’ canusciri? forse si!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.