Vicenda della fascia tricolore: interviene l’ex sindaco Peppinello Mazzola

Forse ti piacerebbe leggere...

14 Commenti

  1. Giornalista ha detto:

    Vorrei capire ma la fascia è privata, cioè comprata dal sindaco di turno con propri fondi o è pubblica cioè comprata dal comune con fondi comunali?? Giusto per capire un po tutti in maniera chiara ed inequivocabile

    • giornalista astrologo ha detto:

      Io invece vorrei capire se la macchina, le macchine, con cui il tuo sindaco nei 15 anni del suo mandato è andato in giro è quella ca cci lassau so pà o è una macchina pubblica comprata con soldi pubblici, assicurata con soldi pubblici, alimentata con soldi pubblici e usata per faccende private come andare a fare la spesa alla CONAD. E vorrei anche ricordarti che nel 2012 sempre questa bella figura di sindaco ha continuato a tenere la macchina sotto casa anche dopo che si erano concluse le elezioni finché il subentrato sindaco non ha dovuto inviare i vigili a ritirarla. Poi sempre a proposito di soldi pubblici sarebbe il caso che tu ti faccia qualche domanda sulla montagna di soldi PUBBLICI dissipata inutilmente dal tuo sindaco per girare qua e là non ultimo il viaggio sulle Langhe. La fascia costa 7 euro.

  2. Angelo Ciolino ha detto:

    Intervengo soltanto per precisare che, nel 2002, non avevo alcun motivo per interessarmi e tanto meno riferire sulla fascia tricolore del sindaco. Ad una domanda, credo telefonica e non so quanto spontanea, da parte di chi già allora si definiva modestamente giornalista storico, “se io fossi in possesso della fascia tricolore”, ho risposto negativamente dicendo che “l’avevo trovata in Comune e lì l’avevo lasciata”. Che poi quella fosse “un reperto storico” o della memoria è quanto meno ridicolo. L’unica cosa certa è che, risalente probabilmente agli anni ’70 quando si è passati dalla fascia a cintura a quella a tracolla, era certamente usurata e più volte riadattata con cuciture per adeguarsi alla statura fisica del sindaco di turno.
    Se anche questo argomento fa parte della concezione della “memoria”, accanto alla collocazione delle effigi, da parte del sindaco in carica che vanta la sua levatura addirittura internazionale, credo proprio che la politica e le Istituzioni sono proprio in crisi.

    • Antonio ha detto:

      sono solo i prodromi di una campagna elettorale già partita, senza che siano noti neppure tutti i candidati, e che come era già stato commentato sarà molto probabilmente un riflusso di veleni, più che uno spazio dialettico in cui si parli di idee, purtroppo temo che Castelbuono avanzi verso un’altra delle sue occasioni perdute.

  3. Adriana ha detto:

    Qui si ha il coraggio di parlare di una Fascia!
    Ma delle auto comprate usate e tenute sotto casa nessuno ne parla? 2 Lancia K una BMW una Jeep ecc….

  4. antonino Brancato ha detto:

    Non entro nel merito della “sterile polemica” sulla fascia tricolore, ma per una precisazione sicuramente dovuta ad un errore di battitura. Il Sindaco Peppinello Mazzola è stato eletto nel 1998 e non nel 2008.
    Buon Anno a tutti.

  5. noi andremo sempre avanti ha detto:

    Per una ulteriore precisazione diciamo pure che il sindaco Mazzola è stato eletto alla fine del 1997.
    Visto che siamo andati avanti possiamo farci anche gli auguri di Buona Pasqua

  6. antonino Brancato ha detto:

    Scusate, devo correggere la data di elezioni a Sindaco di Peppinello Mazzola, Novembre 1997.
    Rinnovo gli auguri.

  7. adolfo ha detto:

    Ma perché chi scrive non legge i commenti precedenti? Si eviterebbero ripetizioni …!

  8. Ugo ha detto:

    Credo che se fosse ancora tra noi, cambierebbe il concetto di castelbuonesita’, mettendo nella definizione la parola veleno. Chi dobbiamo ringraziare?

  9. Qualunquista ha detto:

    Questa è una delle tante tattiche dell’inquilino pro tempore di via s. Anna, distrarre la gente dai veri problemi che attanagliano Castelbuono, è uno dei tanti è quello delle spese pazze ( senza logica o un briciolo di piano) fatte dal nostro inquilino, mentre il suo problema è quello di occuparsi di una fascia tricolore ( vecchia ma non storica ) dal costo di una ventina d’euro spedizione compresa ( come sottolineato da qualcuno nei commenti ).
    È arrivato il momento di dare lo sfratto a quest’inquilino poco accorto.

    • Antonio ha detto:

      condivido. E’ un suo storico approccio ai problemi, distraendo l’attenzione dalle questioni fondamentali, importanti e con un impatto concreto, focalizzando la polemica su temi risibili, banali, sui quali però conta di sollevare la polemica con l’aiuto dei suoi, al fine di far dire al cittadino comune ” PURI CHIDDI PERO’…” ovvero “TANTI SU TUTTI UGUALI…” ed è un approccio tipicamente populista. Il nostro è stato sempre un grande osservatore delle motodologie populiste, alcune delle quali ha anticipato. Come quando diceva che era importante parlare alla pancia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.