“Vogliamo un Teatro e non u cammaruni”. Ecco le voci critiche della cittadinanza al progetto delle Fontanelle approvato dall’amministrazione

Forse ti piacerebbe leggere...

11 Commenti

  1. Oliver ha detto:

    Come direbbe un noto esponente politico altoatesino…… “Sinnacu, pìglia e porta à casa”

  2. Curioso ha detto:

    Per bacco. Non serviva solo 3 giorni l’anno?

  3. Antonio ha detto:

    Sindaco ora che può toccare con mano che i cittadini che vogliono un teatro non sono solo i quattro del comitato, vuole ancora passare alla storia per aver fatto il cammaruni?

  4. Salamone Re ha detto:

    Carissimi politici credo che sia una volta per tutti di pensare che siete semplici delegati di un popolo scelti per amministrare la “Res Pubblica” nell’interesse della collettività e non per gestirla con la caparbietà di chi se ne sente padrone e domino? La cittadinanza vuole un teatro e che teatro sia e poco importa se sia di seicento posti o di quattrocento posti o meno. Cefalù ha un teatro ed anche molto piccolo ma è un Teatro nella forma e nell’apparenza con tanto di poltroncine e proscenio dove si svolgono tante manifestazioni che si protraggono, anche, per più serate. Non credo che Castelbuono abbia bisogno di un’altra sala polifunzionale, ne ha già parecchie e non idonee a fare ne veglioni e neanche rappresentazioni teatrali. Gli architetti-progettisti conoscono gli spazi che, sicuramente, non possono essere modificati in quanto tali ma se li lasciate liberi nella progettazione del teatro, limitatamente agli ambiti materiali fruibili, con l’accortezza di fare tesoro delle esigenze tecniche dei gruppi teatrali che ne debbono usufruire (A Castelbuono sono in tanti che se non rimpinguati dalle nuove leve sono destinati all’estinzione come gli storici gruppi di carnevale) saranno in grado di accontentare la popolazione che sogna e spera la rinascita delle Fontanelle. Ognuno deve svolgere il proprio ruolo. Se, invece, li dovesse in ultimis nascere un qualcosa che servisse a ben poco o che non servisse a niente anche a costo di perdere e non di straperdere ancora (è costato parecchio alla collettività) spianate tutto e date respiro e spazio all’area castellana creando un bel belvedere. Scusate è solo la mia opinione.

  5. Antonio2 ha detto:

    Basta fare sentire la nostra voce solo con la tastiera!

    Visto che sindaco & Co. sono sordi a tutte le richieste scritte avanzate fino ad oggi, proporrei al “Comitato per Le Fontanelle”, come fanno i francesi quando i loro vertici politici legiferano male, una bella manifestazione davanti al Comune di Castelbuono.
    E dovremmo farlo anche per tante altre azioni amministrative e politiche che la maggioranza dei cittadini non digerisce, ma che spesso “ingoia” controvoglia e amaramente.

  6. liberi quanto? ha detto:

    sia di che che di chi

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.