Categoria: Storie

2

A rruttê Urrieri, il 18 aprile 1860 e la Fiera incantata

Dalla Strata longa si arriva alla Matrice nuova percorrendo la via che il popolo chiama a stratâ matrici e che dal 1882 si chiamò ufficialmente via Parrocchia. Cadendo il centenario della nascita di Giovanni Cucco (foto 1), benemerito medico che molto fece per la copertura...

10

I terremoti, i Turrisi, il colera e quattro sindaci

Nel solco fecondo tracciato dalla precedente amministrazione, che della toponomastica ha fatto un cavallo di battaglia (e qualche volta anche un cavallo di Troia), il nuovo sindaco, per non essere da meno, appena insediato, ha voluto anch’egli provare l’ebbrezza dell’intitolazione di una strada. L’insignita di...

23

Un matematico, due sindaci, il fonte di Camar e gli scecchi

  Note, divagazioni e stravaganze toponomastiche – Quarta puntata Diffusa curiosità ha suscitato da sempre il misterioso edificio (foto 1), ormai semidiroccato, che sorge a pochi passi dall’Abbazia di santa Maria del Parto, ormai per tutti – chissà perché – il Romitaggio. Abate di santa...

2

Note, divagazioni e stravaganze toponomastiche – Terza puntata

A metà del cinquecento l’urbanizzazione aveva raggiunto il piano di san Francesco, che allora era chiamato anche piano della bbiviratura per la presenza del grande abbeveratoio dove si abbeveravano gli equini e le mandrie in transito per luoghi situati a monte o a valle dell’abitato....

13

Note, divagazioni e stravaganze toponomastiche – prima puntata

  Su gentile richiesta del dott. Giovanni Noce, raffinato cultore di esclusività castelbuonesi e direttore di fresca nomina di uno dei più ambìti seggioloni delle istituzioni culturali locali, la seconda serie di Storie è dedicata alla perigliosa questione toponimica. Avrei fatto volentieri a meno di...